Open/Close Menu
MEMORIE nuova edizione del festival Roma Capitale
Montesano_Giuseppe

Partecipa alla serata: Esploratori e altri esploratori
Inedito: Un lettore, un solo lettore

Giuseppe Montesano è nato a Napoli nel 1959 e vive a Sant’Arpino in provincia di Caserta. Dopo essersi laureato in Lettere Moderne, ha iniziato la sua carriera come critico letterario e traduttore, traducendo opere di autori francesi (La Fontaine, Gautier, Flaubert, Villiers de l’Isle-Adam, Baudelaire). Collabora per diverse testate giornalistiche, come Il Mattino, Il Messaggero, L’Unità, Lo straniero, La Repubblica ed è docente di filosofia al liceo Cartesio di Giugliano. È anche un autore teatrale molto attivo: ha scritto un radiodramma per la Rai, curato la drammaturgia di Magic People Show – dal suo romanzo Magic People (Feltrinelli, 2005) -, collaborato con Toni Servillo per la sceneggiatura di “Toni Servillo legge Napoli” e tradotto il “Lélio” di Berlioz. Negli anni ha affiancato a queste attività quella di scrittore. A capofitto (Sottotraccia, 1996; Mondadori, 2001) è il suo esordio letterario, vincitore del Premio Napoli, un romanzo dal carattere satirico e grottesco, in cui traccia un’immagine barocca di Napoli e dei suoi sobborghi. La sua seconda pubblicazione è Nel corpo di Napoli (Mondadori, 1999), dove ancora una volta Napoli e il popolo partenopeo sono posti al centro di un’analisi, intrisa di pietas e di tragedia che tenta di superare cliché e luoghi comuni. Quest’opera, molto apprezzata dai lettori, ha ricevuto anche diversi premi tra cui il Superpremio Vittorini, il Premio Napoli, arrivando finalista al Premio Strega (è statatradotta in francese e spagnolo e inserita nella collana “I Cento libri dello Strega”, pubblicata dalla Utet). Con il romanzo successivo Di questa vita menzognera (Feltrinelli, 2003) ha vinto il Premio Selezione Campiello e il Premio Viareggio 2003, e ne ha curato la drammaturgia con Enrico Ianniello nel 2016. Con Il ribelle in guanti rosa. Charles Baudelaire (Mondadori, 2007) ha ricevuto il Premio Vittorinied è stato tradotto in Francia e in Spagna. Il suo ultimo e più recente lavoro è Lettori selvaggi. Dai misteriosi artisti della Preistoria a Saffo a Beethoven a Borges la vita vera è altrove (Giunti, 2016), un’opera-mondo che racconta la creatività umana, la letteratura, il pensiero, le arti figurative e la musica, dai lirici greci a Bob Dylan, da Catullo a Maria Callas, dal Gilgamesh a Roberto Bolaño. Un invito a compiere un viaggio nella letteratura come lo stesso autore scrive nella prefazione: “Bisogna rubare tempo perché è in gioco l’esistenza, leggere per vivere vuol dire attingere quell’energia che fa essere la realtà diversa da una prigione, e dobbiamo diventare lettori selvaggi proprio ora che non abbiamo tempo”.

 

Bibliografia

A capofitto, Sottotraccia, 1996; Mondadori, 2001
Nel corpo di Napoli, Mondadori, 1999
Di questa vita menzognera, Feltrinelli, 2003
Magic people, Feltrinelli, 2005
Il ribelle in guanti rosa: Charles Baudelaire, Mondadori, 2007
Lettori selvaggi. Dai misteriosi artisti della Preistoria a Saffo a Beethoven a Borges la vita vera è altrove, Giunti, 2016

© 2017 LETTERATURE.Festival Internazionale di Roma
Top